De Vries conserva il titolo Mondiale

L’Olandese Nyck De Vries non ha lasciato la presa sul titolo del Campionato del Mondo Karting CIK-FIA 2011. Il secondo posto dietro Ignazio D’Agosto in Gara 3 è bastato per aggiudicarsi il titolo, ma come ogni buon campione dovrebbe fare, l’olandese è uscito dal paddock con tutte le armi spianate, disputando una superba gara 4 per non chiudere la sua carriera kartistica solo col Campionato del Mondo in tasca, ma anche con una vittoria nella gara d’addio.

Nyck De VriesFlavio Camponeschi, l’italiano di Tony Kart-Vortex, era stato più veloce in qualifica per assicurarsi la pole position, ma l’olandese Nyck De Vries (Zanardi-Parilla) non era intenzionato a ripetere le deludenti qualifiche del giorno prima. Si è piazzato secondo, per un inizio in prima fila, davanti alla wild card Kazuya Ishii (Birel-BMB), l’eroe giapponese locale, e l’italiano Ignazio D’Agosto (Tony Kart-Vortex) in seconda fila. L’inglese Alex Albon si è qualificato solamente decimo, iniziando in 5a fila.

In Gara4 la pressione era tutta sul campione ma la gara è stata combattuta fino all’ultimo. Un contatto al primo giro ha portato De Vries dal primo al sesto posto e Albon, pesantemente colpito, ha dovuto rientrare con il kart danneggiato. Daiki Sasaki ha quindi mantenuto la testa per un po’ ma D’Agosto si è rapidamente ripreso la prima posizione. Nel frattempo De Vries ha recuperato posizioni fino alla 4a, dopo aver superato Camponeschi. Al giro 8 Camponeschi esce di pista e De Vries si ritrova terzo dietro a D’Agosto e Sasaki. Al giro 15 De Vries era già in testa e apparentemente lanciato verso una facile vittoria, ma un determinato inseguimento da parte di D’Agosto lo riporta nuovamente in pole. Tutti i top5 hanno dato il meglio di sè, ma al 18° giro De Vries riprende la testa e D’Agosto, in seguito ad una collisione, finirà la gara al quinto posto, posizione che non riflette la qualità della sua performance. Il podio si completa quindi con Sasaki al secondo posto e Fujinami al terzo dopo una bella rimonta dall’8a posizione.

De Vries era letteralmente esaltato. “E’ la cosa migliore che mi sarebbe potuta succedere oggi“, ha detto. “Terminare la mia carriera con il Campionato del Mondo e una vittoria qui, la mia ultima gara di kart, è il massimo che avrei mai potuto sperare.

I commenti sono disabilitati per questa pagina.